F.4: Petecof all’ultimo colpo

7 Ott 2019

Un quarto e un sesto posto sono il bottino di tappa di Gianluca Petecof al termine dell’intenso weekend disputato da protagonisti del campionato Italiano Formula 4 sul circuito del Mugello. Un risultato complessivo inferiore alle aspettative, quello ottenuto dal pilota brasiliano della Ferrari Driver Academy (FDA), ma al di là del bottino di tappa, Petecof ha provato con grinta a mantenere vive le chance in chiave titolo fino all’ultima bandiera del fine settimana.

Gara-1. Scattato dalla terza posizione, al via di Gara-1, Petecof ha passato il compagno di squadra Paul Aron, portandosi nella scia del leader della corsa e della classifica generale, Dennis Hauger. Nelle fasi di ripartenza dopo un periodo in Safety Car, Gianluca ha attaccato il norvegese, ma un contatto ha compromesso la corsa di entrambi, ed è successivamente costato a Petecof una penalità di dieci secondi sul tempo di gara che lo ha fatto retrocedere al 23° posto nella classifica finale.

Gara-2 e Gara-3. Nella seconda corsa del fine settimana toscano Petecof, scattato dalla terza fila, ha concluso in sesta posizione. Il migliore risultato del weekend è arrivato in Gara-3, al termine di una corsa molto combattuta che lo ha visto transitare quarto sotto la bandiera a scacchi, a un soffio dal podio. Un piazzamento che non ha permesso al brasiliano di restare aritmeticamente ancora in corsa per il titolo, andato così ad Hauger con una tappa d’anticipo grazie al successo in Gara-3.

Amarezza. “Avevamo aspettative importanti alla vigilia di questo weekend – ha commentato Petecof – considerando i risultati che avevamo ottenuto lo scorso anno sul circuito del Mugello, con una vittoria e tre piazzamenti sul podio. Abbiamo iniziato il fine settimana con molta positività, e con la speranza di restare in corsa per il titolo, e questo stride molto con il bottino di tappa di pochi punti con cui abbiamo concluso il weekend. Sono stati dei giorni duri, ma anche se non ci sono più chance in chiave campionato dobbiamo rialzare la testa, e tornare dove meritiamo di essere. Ci aspetta l’ultima tappa della stagione a Monza, tra due settimane, e daremo il massimo per riscattarci”.

Ultime news